FI: “Dati Agcom su referendum chiari, Renzi occupa i tg Rai”. Brunetta-Gasparri: “Esposto per chiedere pubblicazione tempestiva”.

Posted By :
Comments : 0
“L’Autorità garante delle comunicazioni ha inviato oggi ai componenti della Commissione di Vigilanza Rai alcuni dati relativi al referendum costituzionale trattato nei telegiornali e nei programmi extra Tg Rai, con i tempi di parola, notizia e antenna di tutti i soggetti politico – istituzionali, nel periodo che va dal 20 aprile al 6 giugno scorso. La lettura dei dati Agcom certifica ciò che sosteniamo da tempo: è pienamente in atto una vera e propria occupazione mediatica da parte di Renzi e i suoi”. Lo affermano, in una dichiarazione congiunta, Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia, e Maurizio Gasparri, vice presidente del Senato.
 
“I dati – aggiungono – sono disaggregati, non divisi in base alle posizioni del ‘sì’ e del ‘no’ e parecchio fumosi, ma nonostante ciò è comunque lampante la sovraesposizione mediatica del premier e dei suoi cari e l’assoluta prevalenza del ‘sì’ al referendum costituzionale: ai primissimi posti, manco a dirlo, la premiata ditta Renzi, Boschi, Napolitano, che porta a casa complessivamente poco meno del 40% del tempo di parola nei telegiornali Rai e circa il 20% nel programmi extra Tg Rai. Il dato quindi è chiarissimo quanto indecente perché evidenzia la straripante prevalenza del ‘sì’ al referendum del prossimo ottobre, con Renzi che totalizza, nei telegiornali del servizio pubblico ben 7 ore di monologo a sostegno delle ragioni pro referendum costituzionale. Renzi e il governo stanno utilizzando tutti i possibili spazi televisivi destinati alla comunicazione dell’attività di governo per fare un’inaccettabile propaganda per il ‘sì’ alla riforma costituzionale”.
 
“I dati pubblicati sinora dall’Agcom – proseguono Brunetta e Gasparri – comunque non sono esaustivi e non ci soddisfano: pertanto presenteremo un esposto per chiedere la tempestiva pubblicazione di tutti i dati, in maniera aggregata, secondo le posizioni articolate in favorevoli al ‘sì’ e al ‘no’, che riguardi non soltanto la Rai, ma tutte le emittenti televisive, Mediaset, Sky e La7. Tali dati sono certamente già in possesso dell’Agcom, che può contare su elaborazioni molto puntuali effettuate dalla società di rilevazioni Geca Italia e che, in virtù dei principi di trasparenza e leale collaborazione con il Parlamento, richiamati dalla stessa Autorità, è tenuta a rendere noti al più presto”.

Ecco i dati Agcom che dimostrano l’occupazione di Renzi della Rai sul referendum costituzionale: propaganda a senso unico a favore del Sì

Lascia un commento

captcha *