Report

Posted By :
Comments : 26

Per votare clicca sulle stelline. Si può esprimere la propria valutazione una sola volta per ogni trasmissione. Attenzione, una volta cliccato non sarà possibile modificare il proprio voto.

rai-report

 

 

 

 

 

 

  1. johnlennon

    Ma dove sono le stelline?

  2. Roberto Lupoli

    Una delle poche trasmissioni di inchiesta
    Ottima !

  3. Iena

    La Gabanelli è un’arma del PD. Anche legittimamente, ma l’unica cosa che grida vendetta è che sia finanziata dalla tassa più odiata dagli italiani. Recentemente le Iene, attaccano la sinistra sulle lobbies dei giochi ed altro e loro si finanziano con la pubblicità.Insomma togliete il canone e liberi tutti!!

  4. Andrea

    Report e’ una trasmissione culturalmente di sinistra cosi’ come quasi tutte le trasmissioni Rai, e’ piu’ obiettiva di altre ma e’ evidente come la formazione culturale dei giornalisti sia tutta orientata a sinistra, questo si evince dalla scelta dei temi della trasmissione e dal taglio che decidono di dargli, ricordo una puntata dedicata alla fecondazione eterologa dove sostanzialmente si puntava il dito contro la legge 40, ma chi deve decidere se la legge 40 e’ giusta o sbagliata ? I giornalisti di Report ? Fatto sta’ che in sostanza da bravi giornalisti ideologizzati all’ epoca scelsero che la legge 40 era sbagliata e ci confezioarono il loro bel servizio, ed io che invece sostengo che la legge 40 e’ una buonissima legge che ferma il far-west etico ? E perche’ la puntata contro il piano regolatore di Veltroni a Roma fu mandata in onda solo dopo la vittoria di Alemanno ? Eppure erano gia 15 anni che il centrosinistra romano stava facendo carne da porco della citta’ ? Ma Veltroni non si poteva disturbare… con Alemanno in discorso fu diverso, infatti furono mandate in onda diverse puntate che puntavano il dito contro la giunta Alemanno… due pesi e due misure.

  5. carlo tosetti

    Trasmissione bella, peccato che mi arrabbio tutte le volte che la vedo

  6. wf1c0

    Ottima trasmissione.
    Di parte? Mah, di parte giusta, non necessariamente di destra o di sinistra, come vorrebbero far credere!
    E’ chiaro che chi è “sotto inchiesta” sente il dovere, non di discolparsi, ma di accusare a sua volta: è un vecchio vizio, ma sempre attuale…


Lascia un commento

captcha *